IT | EN

Tarant

Il timbro dolce e malinconico del violino e il ritmo incalzante del tamburello che lo consola, mentre il corpo sprigiona le sue energie in una danza liberatoria.
Un ritiro dedicato alle donne, per esplorare ogni aspetto della propria femminilità e raggiungere una consapevolezza completa di sé stesse. Tre giorni dedicati alla riscoperta della propria energia di donna, con un programma che si rivela giorno dopo giorno e si intreccia alla tradizione del tarantismo, antichissimo rito pugliese che coinvolgeva l’intera comunità contadina.

Una danza in connessione con il proprio io più recondito, nata dal morso della taranta e dal bisogno di liberare le donne dal suo veleno attraverso rituali musicali, quando i suonatori si riunivano attorno alla vittima punta dal ragno in attesa che iniziasse a muovere il suo corpo a ritmo delle loro melodie.

La Puglia e la figura femminile sono al centro di questo ritiro che mescola sacro, profano, musica tradizionale, antichi saperi e cultura alimentare mediterranea. Sotto la guida dei terapisti esperti di Vair e accompagnati dal Maestro della Tradizione, ogni donna esplorerà ciascuna delle cinque dimensioni della Vita, per raggiungere un senso di benessere completo. Trattamenti studiati in base alle inclinazioni individuali emerse dal test olfattivo, classi e laboratori per riscoprire il proprio lato più inedito e spensierato ed esperienze culinarie declinate in base alle principali esigenze del corpo femminile.

Un viaggio di rinascita personalizzato, che parte dall’intimità della propria stanza e si arricchisce attraverso momenti di condivisione sulle note della pizzica e della tarantella, culminando in una danza viscerale ed euforica per ritrovare un rinnovato senso di interezza che abbraccia ogni sfaccettatura della propria femminilità.